LINGUE

HERITAGE TOUR: 400 ANNI DI STORIA - DALLA MAYFLOWER IN POI

Utat e' il tour operator specializzato in viaggi guidati in Italia, Europa e Mondo. Soggiorni in hotel selezionati, pacchetti con aereo, pullman o treno. Viaggi individuali o tour con accompagnatore. Combinazioni per diverse fasce di prezzo e in ogni periodo dell'anno. Utat e' innamorata del Mondo e ne fara' innamorare anche te...

HERITAGE TOUR: 400 ANNI DI STORIA
DALLA MAYFLOWER IN POI

Tour in formula SELF DRIVE

Nel 2020 la cittadina costiera di Plymouth in Massachusetts celebrerà l’anniversario dei 400 anni dallo sbarco dei Padri Pellegrini provenienti dall’Inghilterra a bordo della Mayflower



1° giorno BOSTON

Arrivo all’aeroporto di Boston e ritiro dell’auto a noleggio. Trasferimento in città e sistemazione nelle camere riservate in hotel. Boston è la più piccola delle grandi città d’America. Città storica per eccellenza, è stata teatro dei più importanti avvenimenti dell’indipendenza americana. Infatti fu proprio qui che il movimento rivoluzionario prese vita, inizialmente provocato dalle imposte pretese da Londra. Il Massacro di Boston, il Boston Tea Party e la Battaglia di Bunker Hill, segnarono tutte tappe significative nella lotta per l’indipendenza. Romantici vicoli di ciottoli con case di mattoni rossi, viali alberati, edifici storici, storiche chiese, caffè sulla strada e spaziosi parchi tracciano il profilo della città armonizzandosi a moderni tram, ai centri commerciali e alle torri di specchi che delineano l’affascinate skyline di Boston. Cena libera e pernottamento.

2° giorno BOSTON

Prima colazione e pasti liberi. Boston è ben disegnata e più compatta di altre città americane e può essere tranquillamente visitata a piedi, meglio se percorrendo il FREEDOM TRAIL - Sentiero della Libertà - un cammino attraverso la storia segnalato da una continua linea rossa. Punto di partenza ideale è il centrale “Boston Common“, il primo parco pubblico americano. Altre tappe lungo il “Freedom Trail“, sono la maestosa “State House“, ultima dimora del patriota Samuel Adams, l'”Old Corner Bookstore” (ex luogo d’incontro), l'”Old South Meetinghouse” e l'”Old State House” (ex sede dei governatori inglesi ai tempi della “Bay Colony“). La storica “Faneuil Hall“, la cosiddetta Culla della Libertà, utilizzata fin dal 1742 come centro degli scambi commerciali e punto d’incontro per la comunità, fa oggi parte del paradiso dello shopping: Quincy Market. A nord, oggi quartiere italiano, sorgono l’Old North Church, la casa natale di Rose Fitzgerald Kennedy e la casa del patriota Paul Revere del 1676. L’elegante Newbury Street, a ovest dei Public Gardens è la via dello shopping per eccellenza con boutique esclusive unitamente alla vicina Back Bay, con la collezione più ampia ed impressionante dell’architettura vittoriana negli Stati Uniti. La State House, la sede del governo statale, con la cupola d’oro fronteggia Beacon Street. Boston vi sorprenderà anche per la sua cucina: ottima e raffinata. Fra le specialità culinarie, anzitutto, i frutti di mare: astici, “lobster“, ostriche e vongole; quindi la zuppa di vongole “clam chowder“ (una vera specialità nel New England) e le vongole fritte (“fried clams“). Per un'eccellente cena segnaliamo “Ye Old Union Oyster House” il più vecchio ristorante d’America (1826), molto amato da J.F. Kennedy. Pernottamento in hotel. 

3° giorno BOSTON KENNEDIANA / QUINCY

Prima colazione e pasti liberi. Giornata dedicata al cittadino bostoniano più illustre: John Fitzgerald Kennedy. Suggeriamo la visita della sua casa natale: la John F. Kennedy National Historic Site (83 Beals Street Brookline). Qui tre dei primi quattro figli Kennedyt vennero messi al mondo, incluso il secondogenito John F. Kennedy nel pomeriggio del 29 Maggio 1917. Nel 1967 la madre del presidente restaurò la casa secondo i suoi ricordi di come era autenticamente nel 1917. Designato National Historic Site la dimora è gestita dal National Park Service ed è aperta al pubblico con tour guidati. La seconda location, di dimensioni ben più ampie, è la John Fitzgerald Kennedy Presidential Library & Museum, disposta su oltre 4 ettari di parco affacciato sul mare e sulla città di Boston, nel quartiere di Dorchester a Columbia Point. Il luogo spettacolare sul mare fu scelto da Jacqueline Kennedy Onassis, che selezionò anche l’architetto I.M. Pei per il design dell’edificio. È una delle attrattive turistiche più popolari a Boston, dispone di oltre 25 esposizioni multimediali e la ricostruzione d’epoca della White House, offrendo una testimonianza vivida dei mille giorni presidenziali del Presidente Kennedy. Presso la Library sono conservati i ricordi e le carte personali e pubbliche di John F. Kennedy, della sua famiglia e dei membri della sua amministrazione. Nel pomeriggio si consiglia di proseguire per il piccolo borgo marinaro di Quincy che offre una vista spettacolare sullo skyline della città di Boston. Si tratta di un quartiere storico affacciato sul mare, tranquillo ed elegante, chiamato anche “la città dei presidenti”, perchè ha dato i natali a ben 2 presidenti (John Adams e John Quincy Adams) ma anche a John Hancock, presidente del Congresso, primo firmatario della Dichiarazione d’Indipendenza e primo e terzo Governatore del Massachusetts. Quincy è anche il posto ideale per gustare il famoso pescato del Massachusetts. Rientro in hotel. Pernottamento. 

4° giorno BOSTON/PLYMOUTH

Prima colazione e pasti liberi. Partenza in direzione di Plymouth, lungo la costa a sud di Boston. È il luogo dove nel 1620 approdarono i Padri Pellegrini dalla lontana Inghilterra, alla ricerca di un mondo nuovo che fornisse maggiori prospettive per il futuro. È la cittadina storica americana per eccellenza, quella che è al centro delle celebrazioni del 400° Anniversario. Nel piccolo centro storico sarà possibile ammirare la statua del chief Wampanoag Sassoit che per primo accolse i coloni, la roccia che riporta la data esatta del loro sbarco e le case che sono state costruite lungo la strada leggermente in salita che ospitava le prime rudimentali abitazioni costruite dai Pellegrini. Possibilità di visitare le mostre commemorative che illustrano la cultura Wanpanoag e l'interazione con i nuovi arrivati, e di vedere la Mayflower 2 (regalata dagli inglesi agli americani in segno di riconoscenza dopo la II Guerra Mondiale) ormeggiata lungo la passeggiata mare. I visitatori potranno salire a bordo del vascello e incontrare interpreti in costume d’epoca pronti a narrare storie ed anneddoti. Pernottamento in hotel. 

5° giorno PLYMOUTH/SANDWICH

Prima colazione e pasti liberi. Mattinata da dedicare alla visita della Plymouth Plantation, vero e proprio "living history museum" - aperto da Marzo a Novembre - che offre ai visitatori la possibilità di viaggiare a ritroso nel tempo per provare come si viveva nel XVII secolo. Il “museo” è una replica fedelissima del piccolo insediamento dei primi coloni inglesi nel 1627 in pieno territorio dei nativi Wampanoag. Nel villaggio sarete circondati da casette di legno modeste, giardini ed orti coltivati, animali ed affascinanti abitanti/interpreti in costume d’epoca che vi narreranno come si viveva in quel periodo storico. Potrete poi visitare anche l’accampamento dei nativi Wampanoag - dove si scoprirà come vivevano i Nativi Wampanoag dell’epoca, grazie alla presenze di autentici nativi americani. Al termine della visita, che richiederà almeno un paio di ore, proseguimento per Sandwich, la cittadina più antica di tutta Cape Cod, fondata nel 1637. Nel tranquillo centro storico un laghetto di cigni è circondato da abitazioni d’epoca, campanili imbiancati e un antichissimo mulino ancora funzionante. Uno dei posti più suggestivi dove passare qualche ora è la mitica Boardwalk, una passerella di legno con tanto di staccionata che descrive una lunga passeggiata che attraversa una vista panoramica di paludi e ruscelli per arrivare alla spiaggia dell’oceano. Pernottamento in hotel.

6° giorno SANDWICH/HYANNIS

Prima colazione e pasti liberi. Partenza verso Hyannis, vera e propria perla del “Capo”. Si suggerisce la visita del Museo dedicato a JFK: una mostra interattiva che offre uno sguardo alle giornate che JFK trascorse a Cape Cod. La mostra, oltre alle immagini fotografiche, narra dell’esperienza del Presidente nella penisola, che fu a lungo suo residente estivo e che sponsorizzò la legislazione della legge che portò alla creazione del parco nazionale Cape Cod National Seashore nel 1961. Il Kennedy Legacy Trail è invece una passeggiata a piedi autonoma dei luoghi significativi di Hyannis, sui percorsi della famiglia Kennedy. Ad ognuna delle dieci tappe, sono organizzati pannelli informativi e link a video o informazioni audio, che narrano vicende e storie legate ai Kennedy a Cape Cod. Pernottamento in hotel.

7° giorno HYANNIS/FALMOUTH/MARTHA'S VINEYARD

Prima colazione e pasti liberi. Partenza verso Falmouth da dove parte il Ferry che da la possibilità di effettuare la visita di Martha’s Vineyard in giornata. Martha’s è la più grande isola del New England. Con i suoi panorami spettacolari, la sua storia, le spiagge ed i suoi villaggi tipici, l’isola è un vero paradiso. Qui non esistono ristoranti appartenenti a catene o i classici motel americani…. al contrario si trovani piccoli B&B, accoglienti country inn, ristorantini e locali gestiti da chef. Sei sono le piccole comunità di Martha’s Vineyard che i piccoli bus toccano lungo il tragitto; i guidatori sono loquaci e raccontano aneddoti isolani e spartiscono informazioni coi visitatori. A bordo di uno di questi mezzi si raggiunge un punto caratteristico: Aquinnah. Qui si trova la Moshup’s Beach che a detto dei più e la migliore spiaggia a sud-ovest dell’isola, incastonata tra le scogliere di sabbia di Aquinnah. Da qui si ammira la bella vista del Gay Head Lighthouse, sicuramente un landmark isolano. Inoltre si raggiunge il villaggio di West Tisbury, la quintessenza del New England con il classico general store d’altri tempi, Alley’s General Store. Ad Oaks Bluff una passeggiata attraverso la spianata che costituisce il Methodist Campground è assolutamente d’obbligo. Le Gingerbread Houses - letteralmente case di marzapane - sono deliziose e coloratissime casette in stile vittoriano che contornano questa zona di pace mistica. Ad Edgartown un giro lungo la Main Street permetterà di ammirare le belle case in stile Greek Revival risalenti alla metà del XIX secolo. Sul versante sud dell’isola invece c’è il paradiso dei surfisti: South Beach a Katama che si raggiunge da Edgartown. Rientro in ferry a Falmouth e pernottamento in hotel.

8° giorno FALMOUTH/ NEW BEDFORD

Prima colazione e pasti liberi. Ripresa del viaggio lungo la costiera meridionale del Massachusetts, in direzione ovest, verso New Bedford, cittadina antica del 700, la cui storia è legata ai balenieri. Non mancate la visita del Whaling Museum, dove c’è la più grande esposizione d’artefatti balenieri esistente nel mondo. Il Parco Nazionale preserva la città capitale “Baleniera” del mondo e dell’ America del XIX secolo. Si potrà salire a bordo del più grande modello di baleniera esistente al mondo, esplorando le gallerie espositive e le mostre che narrano la storia marittima della città. Il lungomare offre la possibilità di gustare l’ottimo e freschissimo pesce della zona, in particolare: aragoste e vongole. Pernottamento in hotel.

9° giorno NEW BEDFORD/BOSTON

Prima colazione e pranzo libero. Partenza per l’aeroporto di Boston e riconsegna della macchina in aeroporto. Termine dei servizi.


Quote di partecipazioneCod. UAP1
Partenze 
Durata 9 giorni  
Aprile 11369
10.11.2021
STATI UNITI: COVID-19. Aggiornamento DISPOSIZIONI PER INGRESSO NEGLI USA
A partire dall’8 novembre 2021 sono cadute le restrizioni agli arrivi negli Stati Uniti per i viaggiatori vaccinati provenienti dall'area Schengen, Regno Unito, Irlanda, Cina, India e Brasile. La Proclamation emanata il 25 ottobre 2021 dal Presidente Biden ("Advancing the Safe Resumpition of Global Travel During the Covid-19 Pandemic") disciplina nel dettaglio le procedure di accesso per i vaccinati e individua alcune limitate eccezioni all'obbligo di vaccinazione..

1. VACCINATI (FULLY VACCINATED) E VACCINI AMMESSI
a) E' ammesso l'ingresso negli Stati Uniti ai viaggiatori che hanno completato la vaccinazione. Per "fully vaccinated" si intendono sia i vaccinati con i vaccini approvati da FDA (Moderna, Pfizer e Johnson and Johnson) sia quelli vaccinati con vaccini inseriti nella Emergency Use Listing (EUL) dell'Organizzazione Mondiale della Sanita' e tra i quali è incluso AstraZeneca.
b) Sono ritenuti "fully vaccinated" anche coloro che hanno ricevuto una vaccinazione mista a condizione che sia stata effettuata con vaccini riconosciuti da FDA o inclusi nella EUL: "any combination of two doses of an FDA approved/authorized or WHO emergency use listed COVID-19 two-dose series".
c) E' considerato "fully vaccinated" chi ha ricevuto almeno 14 giorni prima dell'arrivo negli USA la seconda dose di vaccinazione o la dose singola nel caso di vaccini che prevedono una sola inoculazione (Johnson and Johnson).
N.B.) Per coloro che hanno recentemente contratto il Covid-19 e che in Italia sono titolari di “green pass” rilasciato con la somministrazione di un’unica dose di vaccino, la possibilità di viaggiare verso gli Stati Uniti è subordinata alla presentazione di un risultato positivo al test virale Covid-19 effettuato non più di 90 giorni prima della partenza del volo unitamente ad una lettera di un operatore sanitario autorizzato o di un funzionario di sanità pubblica attestante che l’interessato/a è idoneo a viaggiare. (ved. sito CDC https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/travelers/testing-international-air-travelers.html?CDC_AA_refVal=https%3A%2F%2Fwww.cdc.gov%2Fcoronavirus%2F2019-ncov%2Ftravelers)

2. PROVA DI VACCINAZIONE
a) Il Certificato di vaccinazione (ammesso anche in formato digitale) deve essere presentato alla compagnia aerea al momento dell'imbarco.
b) La compagnia aerea dovrà verificare sia la corrispondenza tra i dati del viaggiatore e quelli riportati nel certificato di vaccinazione, sia che il certificato sia stato emesso da un ente o da un organismo ufficialmente titolato all'emissione

3. COVID TEST PRE-PARTENZA E ALL’ARRIVO
Per i viaggiatori vaccinati resta l'obbligo di esibire all'imbarco l'esito negativo di un Covid-test (test molecolare o antigenico) effettuato entro 3 giorni prima della partenza per gli Stati Uniti. Viene inoltre raccomandato di effettuare un ulteriore test (molecolare o antigenico) tra il terzo e il quinto giorno dall'arrivo nel Paese. Per i viaggiatori che hanno contratto il virus, nel caso in cui possano dimostrare di aver contratto il COVID-19 nei 90 giorni precedenti l’ingresso nel Paese, mediante esibizione dell’esito positivo di un tampone COVID-19, sono esentati dal test da effettuare successivamente all’arrivo. Per maggiori informazioni sul test Covid: Requirement for Proof of Negative COVID-19 Test or Documentation of Recovery from COVID-19 | CDC e Non-U.S. citizen, Non-U.S. immigrants: Air Travel to the United States | CDC

4. REQUISITI PER I MINORI
a) I minori di 18 anni sono esclusi dall'obbligo di vaccinazione
b) i minori di eta' compresa tra 2 e 17 anni devono comunque effettuare un Covid test prima della partenza per gli Stati Uniti. In particolare:
se il minore non vaccinato viaggia con un adulto completamente vaccinato, esso dovra' sottoporsi al test tre giorni prima della partenza.Se il minore non vaccinato viaggia da solo o con adulti non vaccinati il test dovra' essere effettuato un giorno prima della partenza.

5. ECCEZIONI ALL'OBBLIGO DI VACCINAZIONESono molto limitate le eccezioni all'obbligo di vaccinazione per chi arriva dall'estero. Esse includono:
a) i minori di anni 18;
b) i viaggiatori che stanno partecipando a trial clinici Covid 19;
c) i viaggiatori per ragioni o controindicazioni mediche non possono essere sottoposti a vaccinazione;
d) coloro che hanno necessità di viaggiare per motivi di emergenza o umanitari (comprovati da una lettera del governo degli Stati Uniti in cui si afferma l'urgente necessità di viaggiare);
e) coloro che viaggiano con visti non turistici da Paesi con tassi di vaccinazione inferiori al 10% (il CDC dovrà pubblicare la lista di tali Paesi).

I viaggiatori stranieri che rientrano nelle suddette eccezioni saranno comunque tenuti a presentare un Covid test con esito negativo effettuato un giorno prima della partenza e ad effettuare un secondo test tra il terzo e quinto giorno dall'ingresso nel Paese. Agli stessi e’  altresi’ raccomandata una settimana di autoisolamento. Nel caso in cui non si sottopongano al tampone tra il terzo e il quinto giorno dall’arrivo negli USA  e’ raccomandato un isolamento  di 10 giorni.
I beneficiari delle suddette eccezioni che intendano rimanere nel Paese per piu' di 60 giorni saranno tenuti ad effettuare la vaccinazione negli Stati Uniti. Sono fatti salvi i casi di coloro che per controindicazioni mediche non possono essere sotttoposti a vaccinazione.
 
6. ECCEZIONI ALLE LIMITAZIONI PREVISTE
Ai sensi della Proclamation, le limitazioni non si applicano ai titolari delle seguenti categorie di visto:
a) A-1, A-2, A-3 (diplomatici e funzionari di Governo)
b) G-1-G2-G3-G4 (diplomatici, funzionari di Organizzazioni Internazionali)
c) NATO 1-2-3-4-6 (personale militare o civile che si reca negli USA nel rispetto degli accordi previsti in ambito NATO)
d) C1- C-2-C3 (visti per viaggiatori in transito)
d) membri di equipaggio di navi e aerei
e) a coloro che viaggiano per recarsi presso il Quartier Generale delle Nazioni Unite a New York (in tal caso e’ necessaria una lettera di invito da parte delle Nazioni Unite in cui sono indicate le ragioni del viaggio.
 
7. TRACCIAMENTO DEI CONTATTI
Il CDC sta lavorando ad un ordine di tracciabilità dei contatti. L'ordine richiederà che tutte le compagnie aeree che volano negli Stati Uniti abbiano a disposizione - e quindi siano pronte a consegnare al CDC- informazioni di contatto dei passeggeri che consentano a queste autorità di tracciare i viaggiatori in ingresso che possano essere potenzialmente infetti o che abbiamo avuto contatti con persone contagiate.

8. SOSPENSIONE PROCEDURA NIE
Con le nuove disposizioni viene quindi sospesa a partire dall'8 novembre 2021 la procedura che richiede il NIE (National Interest Exception) come prerequisito per ottenere il visto o viaggiare con l'ESTA.
Nel rispetto delle nuove disposizioni e dei requisiti richiesti in termini di vaccinazione e Covid test si ritorna alle procedure pre-covid, con possibilità di viaggiare sia con un ESTA, con un visto in corso di validità, o richiedendo un visto presso i Consolati USA.
 
Per maggiori dettagli sui requisiti sanitari  vedasi https://www.cdc.gov/coronavirus/2019-ncov/travelers/international-travel-during-covid19.html
Si fa riserva di fornire maggiori dettagli non appena le competenti autorità statunitensi  forniranno maggiori informazioni
Si suggerisce di verificare sempre con la compagnia aerea prescelta le condizioni d’imbarco.
 


 

RICHIEDI PREVENTIVO SU QUESTO VIAGGIO
TI CHIAMIAMO NOI
CONTATTACI

+39 0365 546 701


Numero verde 848 46 60 00


booking@utat.it

Le Quote Comprendono

Formula Solo Tour: Noleggio auto tipologia compact C per tutta la durata del soggiorno con prelievo e riconsegna in aeroporto • Sistemazione in hotel con trattamento di solo pernottamento

Le Quote Non Comprendono

Volo intercontinentale Italia/ Stati Uniti/ Italia e relative tasse aeroportuali • Pasti • Bevande • Mance ed ingressi • Facchinaggio • Tutto quanto non espressamente indicato ne “Le quote comprendono”.

Hotel Selezionati

BOSTON Sheraton Turistica QUINCY Marriott Quincy Turistica PLYMOUTH Hampton Inn Turistica SANDWICH Webtser Inn Turistica HYANNIS Holiday Inn Cape Cod Turistica FALMOUTH Holiday Inn Falmouth Turistica NEW BEDFORD Bedford Residence Inn Turistica

Potrebbe interessarti anche...

CONTATTACI

  •    +39 0365 546 701

  • Numero verde 848 46 60 00

  •    booking@utat.it

SEGUICI

UTAT VIAGGI

UTAT TOUR OPERATOR s.r.l.

P.IVA - C.F. 02944360987
Licenza decreto Provincia di Brescia n°808 del 11.04.2003 - autorizzazione I.A.T.A. 3822170-2 - Tutti i diritti riservati. - glacom®

Privacy Policy