LINGUE

Ferragosto a New York con accompagnatore Utat dall'Italia - Utat Viaggi

Tutte le più importanti e famose attrattive di New York con visite ed attività particolari non incluse nei tour tradizionali. Con la presenza di accompagnatore Utat fin dalla partenza in Italia.

FERRAGOSTO A NEW YORK con ACCOMPAGNATORE DALL'ITALIA
Dall’ 11 al 16 AGOSTO 2020

New York è una città dotata di mille caratteri ed uno di questi è certamente la sua versione estiva, che non solo non perde la vorticosa vivacità che la caratterizza,  ma acquista ancora ritmo e offerta grazie ai moltissimi eventi in esterna e alle “summer installations”, come qui vengono chiamate.

Dimenticate quindi l’idea di una città che in qualche modo sembri a mezzo servizio e pensate ad una Manhattan che si proietta all’esterno, e che vi regalerà i tramonti più spettacolari,  con il cielo più infuocato di tutto l’anno!

Immaginatevi i Roof Tops che dalle 18 in poi si animano: qui i locali proseguono le loro conversazioni di lavoro ( e non), davanti ad un Moscow Mule, e diventano un tutt’uno con le luci dei grattacieli intorno a loro che riflettono il sole che cala.

Le giornate più lunghe offrono la possibilità di sfruttare a pieno il vostro tempo, perdendovi anche un po’ nella contemplazione del via vai, che è il caleidoscopio dei volti di New YorK, colorato e variegato.

Harlem con le tipiche Brownstones e le corali Gospel, Midtown con i luoghi più iconici della città ma anche il Village, Chelsea e la famosa Highline, Brooklyn che rappresenta la zona più emergente, e Downtown con l’allure della Finanza  e le nuovi e strabilianti costruzioni … parti ora con il nostro NEW YORK D’AGOSTO.

 

 



1° giorno - ITALIA/ NEW YORK (11 Agosto)

Ritrovo all’aeroporto di Milano con l’accompagnatore Utat che sarà con voi per tutta la durata del viaggio. Partenza per New York con volo di linea: pranzo e snack a bordo. All’arrivo, incontro con la guida e trasferimento privato in hotel con una prima introduzione alla città. Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Dopo una breve pausa, primo tuffo con accompagnatore nella brulicante atmosfera di Times Square e di Broadway. Con l’imbrunire le prime luci dei grattacieli cominciano ad essere più visibili, e il sole al tramonto si riflette sulle pareti a specchio degli edifici, fornendo un colpo d’occhio davvero cinematografico! Cena in un tipico ristorante americano, nelle vicinanze dell’hotel. Pernottamento in hotel. 

2° giorno - NEW YORK: HARLEM, CENTRAL PARK E I MUSEI (12 Agosto)

Prima colazione continentale in hotel. Al mattino visita guidata di Harlem, che rappresenta il confine nord di Central Park, ed è il leggendario quartiere che rappresenta l’orgoglio culturale nero, definito come “Harlem Renaissance” e che affonda le sue radici nella fine del 1800. Dopo il tour panoramico, si potrà assistere alla prove di un tradizionale Gospel Choir, rivivendo una tradizione nata ai tempi della schiavitù, quando ai neri non era concesso partecipare alle forme di culto tradizionali dei bianchi. In origine ritenuto esclusivamente religioso, il “Gospel” è divenuto poi un genere musicale trasversale che ha dato la sua impronta anche ad altri generi. Pranzo in ristorante per gustare le specialità della cucina casalinga di Harlem e del Sud, quella che viene definita “Soul Food”. Nel pomeriggio passeggiata con l’accompagnatore a Central Park, il parco urbano più grande di New York e uno dei più importanti del mondo (lungo più di 4 km e largo 800 m). Nei 340 ettari che occupa si trovano giardini, laghi artificiali, cascate e zone simili a quelle di un vero e proprio bosco. All’interno del parco vi è, inoltre, lo Zoo del Central Park. Questo parco è anche uno dei luoghi preferiti dai newyorkesi per passeggiare, prendere il sole e fare sport. Progettato dal designer di giardini Frederick Law Olmsted e dall’architetto Calvert Vaux, Central Park fu completato nel 1873 ed è oggi il parco pubblico più visitato degli Stati Uniti. Scenografia di moltissimi film, video e fotografie pubblicitarie, ha alcune locations iconiche e assolutamente da non perdere, come il Bow Bridge, il Jaqueline Kennedy Reservoir con aironi, cigne e anatre, il laghetto più piccolo tradizionalmente usato dagli amanti delle piccole barche telecomandate, e la zona dedicata a John Lennon, di fronte al Dakota Building dove lui abitava, contraddistinta dal mosaico “Imagine” e dai molti fiori. Ci sono anche delle “quite Zone” per chi cerca il silenzio e relax. Dal parco si hanno spettacolari vedute sui grattacieli e sui bellissimi condomini di lusso allineati lungo l’Upper East e l’Upper west Side, i due contorni laterali del parco. Rientro in hotel. Cena libera e pernottamento. 

 

3° giorno - NEW YORK CITTÀ DAI MILLE VOLTI (13 Agosto)

Prima colazione continentale in hotel. Intera giornata dedicata alla visita con guida di Midtown, di Brooklyn e dei vari quartieri e borghi, ognuno legato a flussi etnici che ne hanno sagomato le tradizioni, i gusti, le usanze e persino lo stile architettonico. Si partirà dalla visita di uno dei luoghi più nuovi della città: l’avveniristico complesso architettonico di Hudson Yards, strabiliante impresa edilizia formata da vari edifici costruiti lungo il fiume Hudson, in prossimità di un deposito ferroviario nel quartiere di Chelsea, caratterizzato da gallerie d’arte e dal Chelsea Market, uno dei più famosi mercati gastronomici di Manhattan. Hudson Yards, con l’iconica costruzione chiamata “Il Vascello” , rappresenta il progetto edilizio privato più grande nella storia degli Stati Uniti d’America e ha richiesto 6 anni di lavori per essere ultimato. Da qui parte la Highline che percorreremo a piedi, il parco pubblico sopraelevato e costruito lungo i binari di una ferrovia che una volta serviva per trasportare le merci dal porto ai grandi depositi della zona. Oggi la Highline è una delle attrazioni della città maggiormente visitate (circa 10 milioni di persone l’anno), e intorno a questo percorso con piccoli ruscelli, 250 piante diverse e chaise longue in legno per guardare il tramonto, sono sorti laboratori artistici e showroom di grandi stilisti dalle grandi vetrate. Dalla posizione sopraelevata della Highline si potrà ammirare il quartiere sottostante, il Meatpacking District, un tempo sede di macellerie e, oggi, zona molto alla moda, dove ritroviamo le showrooms degli stilisti più importanti al mondo, negozi esclusivi e naturalmente.. ristoranti stellati specializzati in piatti a base di carne. Giunti alla fine del breve percorso della Highline, passeggiata a Greenwich Village, il quartiere caro ad artisti e musicisti, che ha saputo mantenere negli anni quell’atmosfera da piccola comunità artistica. Abitato in epoca coloniale da olandesi ed inglesi, e poi amato dai beatniks negli anni 60 e 70, il Village è ancora oggi sede di music clubs, piccoli negozietti indipendenti, librerie e fantastici ristoranti. Qui si dimentica di essere in una grande metropoli e tutto, a partire dalle case basse e dai ritmi rallentati, fa credere di essere in un piccolo paese, che si sviluppa intorno alla bella piazza di Washington Square. Chi desidera potrà fotografare l’esterno della casa di Carrie Bradshaw, vista nella serie tv Sex and the City, o il piccolo bar dove Bod Dylan si è esibito la prima volta. Per il tempo libero da dedicare al pranzo ci recheremo a Brooklyn nel quartiere di DUMBO (che sta per Down Under il Manhattan Bridge Overpass). Si tratta di un ex quartiere industriale e lo si nota dai tanti edifici in mattoni rossi, e dai vecchi magazzini, ora trasformati in loft dai prezzi astronomici. DUMBO è oggi un quartiere di gallerie d’arte, boutique, lussuosi appartamenti e persino una piccola spiaggia. Molte sono le soluzioni gastronomiche, spesso in riva al fiume con posto a sedere in esterno, e possibilità di fare fotografie strepitose proprio sotto al ponte più famoso del mondo, con vista spettacolare su Manhattan. Nel pomeriggio, inizierà la visita guidata di Brooklyn, la zona oggi più emergente di New York, a soli 15 minuti da Manhattan, ma anche il luogo dal quale tutto è partito perchè qui sono sorti i primi insediamenti degli olandesi, ancora oggi visibili ma trasformati in ristoranti o lussuosi condomini. Il fulcro di Brooklyn è Prospect Park, disegnato nel 1866 da Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux, gli stessi progettisti di Central Park, che lo hanno sempre considerato il loro vero capolavoro. Rispetto al fratello più famoso, Prospect park è più piccolo e più bucolico, come uno scampolo di campagna dimenticato in mezzo alla città, ed è circondato dalle storiche Townhouses di fine ottocento, con le facciate in mattoni rossi e le classiche scalinate di accesso. Si attraverserà anche il quartiere di Park Slope, residenza prescelta da molti attori, manager e artisti di successo, stilisti e romanzieri. Qui è nata tutta una nuova e vasta offerta culinaria innovativa e molto raffinata, alcuni vigneti e numerosi microbirrifici artigianali, alcuni conosciuti per la famosa birra “barbacue friendly” , fatta con malto affumicato, erbe e verdure biologiche del posto, e ideale per le grigliate domenicali tanto care agli americani. Assaggio di birra presso un birrificio locale di Brooklyn. Rientro a Manhattan nel tardo pomeriggio con vista su Manhattan al tramonto. Cena presso il famoso ristorante Bubba Gump, che prende spunto dal film pluripremiato Forrest Gump. Rientro in hotel a piedi e pernottamento.

 

4° giorno - NEW YORK CITY: DOWNTOWN, LE ISOLE E IL MUSEO 9/11 (14 Agosto)

Prima colazione continentale in hotel. Giornata dedicata a Downtown. Lungo il percorso che porterà all’estremità meridionale dell’isola di Manhattan, la parte più antica, sosta fotografica nel quartiere dei sarti e delle sartorie (Garment District), per ammirare il famoso edificio a forma di ferro da stiro (Flatiron), completato nel 1902 e, all’epoca, costruzione più alta della città. A seguire visita guidata di Lower Manhattan e del Distretto Finanziario. Si partirà dalla punta meridionale di Manhattan (Battery Park) per Ellis Island e Liberty Island. La prima sosta sarà dedicata alla Statua della Libertà, regalata agli americani dai francesi e opera del medesimo architetto che ha creato la Torre Eiffel, che ha utilizzato il viso di sua madre come ispirazione. La statua della Libertà, che volge lo sguardo verso il mare e non verso la terraferma, simboleggia il benvenuto e il senso di accoglienza verso i migranti, che arrivavano dal mare spesso dopo settimane di viaggi difficili e provanti, per iniziare una nuova vita in un territorio di cui poco si sapeva, quasi privi di bagaglio appresso, con titubanza e timore. E’ grazie a persone che, anno dopo anno, hanno compiuto questo atto di coraggio che si deve la nascita della nazione per come la conosciamo ora. A Ellis Island si potrà visitare il bellissimo Museo dell’Immigrazione che permette di rivivere tutti i vari passaggi che avvenivano una volta giunti negli USA: qui le persone venivano esaminate e interrogate, se necessario poste in osservazione e poi finalmente, se tutto andava bene, portate in barca a Manhattan dove spesso avevano amici o parenti in attesa. Era per molte famiglie l’inizio di un sogno per il quale avevano investito tutto ciò che avevano. In tarda mattinata rientro a Downtown e passeggiata nei luoghi simbolo del quartiere finanziario: Wall Street con la famosa statua del toro, la bella chiesa Trinity Church, la Federal Reserve Bank che è il luogo che custodisce più lingotti d’oro al mondo, e i molti edifici classici e Art Decò, come quello che ospita il museo dedicato agli indiani nativi americani. Tempo libero per il pranzo nel giardino d’inverno del nuovo complesso Brookfield Place, presso il nuovo World Trace Center, una meraviglia architettonica che offre varie possibilità gastronomiche e una bella area all’aperto con tavolini in riva al fiume Hudson. Nel pomeriggio visita guidata del Ground Zero Museum e Memorial. Nella parte esterna si vedranno le due enormi vasche disegnate dagli architetti Arad e Walker nello spazio in origine occupato dalle due torri. Il progetto porta il nome di “Reflecting Absence” e sui bordi sono incisi i nomi delle 3000 persone che hanno perso la vita, circondate da un bosco di 400 alberi. Tra questi c’è anche il cosiddetto “Survivor Tree”, un albero miracolosamente sopravvissuto alla tragedia ed ora divenuto per tutti i newyorkesi simbolo della resilienza della loro città. Visita interna del museo: un’esperienza molto toccante che narra e ricostruisce minuto per minuto tutti gli eventi di quel drammatico giorno, ricordato tramite cimeli, registrazioni, testimonianze dirette e riprese. Al termine rientro in hotel. Lungo il percorso sosta fotografica al Rockefeller Centre, uno dei luoghi più iconici e fotografati della città, dove ogni anno viene acceso il famoso albero di Natale ai piedi del pattinaggio sul ghiaccio. In serata cena presso il ristorante giapponese Benihana, uno dei primi ad aprire in città, raggiungibile dall’hotel con una breve passeggiata. Frequentato da attori e personaggi del mondo dello spettacolo, prevede un cuoco personale per ogni tavolo che cucinerà le vostre pietanze su una grande piastra proprio davanti ai vostri occhi. Pernottamento in hotel. 

 

5° giorno - NEW YORK: LAST BUT NOT LEAST LO SHOPPING (15 Agosto)

Prima colazione continentale in hotel. Mattinata a disposizione per lo shopping. Nella zona di Times Square e Broadway ci sono molti negozi e grandi magazzini importanti come Macy’s. La Quinta Strada dista 10 minuti a piedi dall’hotel. Trasferimento privato dall’hotel all’aeroporto in tempo utile per il volo di rientro. Partenza per l’Italia. Cena e pernottamento a bordo. 

 

6° giorno - ITALIA (16 Agosto)

Prima colazione a bordo e arrivo in Italia. Termine dei servizi.


Quote di partecipazioneCod. UNYU
Partenze Volo + Tour
Durata 6 giorni  
Agosto 111879
Supplemento singola 570
Quotazione valida con un minimo 15 partecipanti. Qualora non si raggiungesse il minimo richiesto, la quota di partecipazione verrà adeguata in base all’esatto numero di partecipanti e non sarà previsto l’accompagnatore.

 



 

PRENOTA ONLINE!
Agenzia Viaggi
Utente Privato
RICHIEDI PREVENTIVO SU QUESTO VIAGGIO
TI CHIAMIAMO NOI
DOCUMENTI NECESSARI

Consultare la sezione "Notizie Utili".

CONTATTACI

+39 0365 546 701


Numero verde 848 46 60 00


booking@utat.it

Le Quote Comprendono

Formula Volo+Bus: Volo intercontinentale diretto Milano Malpensa/ New York e ritorno • Trasferimenti privati da/per l’aeroporto • Accompagnatore UTAT dall’Italia per tutta la durata del viaggio • 4 pernottamenti presso l’hotel Ameritania (cat. Turistica Sup.) in camera doppia con prima colazione • Pasti come da programma: 1 cena in ristorante tipico Planet Hollywood; 1 pranzo in ristorante tipico ad Harlem; 1 cena presso il famoso ristorante Bubba Gump; 1 cena presso il celebre ristorante giapponese Benihana •Trasporto privato per le escursioni e visite guidate da programma con eccellenti guide locali.  

Le Quote Non Comprendono

Diritti apertura pratica € 80 p.p comprensivi di assicurazione medico-bagaglio fino ad € 50.000 per spese sanitarie • Ingressi obbligatori a siti/monumenti (55 USD p.p.) • Tasse aeroportuali (a partire da € 290).

Hotel Selezionati

New York Hotel Ameritania cat. Turistica Sup.

Ingressi da pagare in loco

Obbligatori e da pagare prima della partenza Ground Zero Museum and Memorial • Statua della Libertà • Ellis Island 55 USD.

Potrebbe interessarti anche...

CONTATTACI

  •    +39 0365 546 701

  • Numero verde 848 46 60 00

  •    booking@utat.it

SEGUICI

UTAT VIAGGI

UTAT TOUR OPERATOR s.r.l.

P.IVA - C.F. 02944360987
Licenza decreto Provincia di Brescia n°808 del 11.04.2003 - autorizzazione I.A.T.A. 3822170-2 - Tutti i diritti riservati. - glacom®

Privacy Policy