LINGUE

Tour Viaggi Vacanze Ecuador e Galapagos

Scopri tutti i nostri tour e viaggi guidati per le tue vacanze in Ecuador e Galapagos - Utat Viaggi.

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Quito, Otavalo-Mercato, Cotopaxi, Baños, Alausi, Treno, Ingapirca, Cuenca, Guayaquil, San Cristobal (Galapagos), Española, Guayaquil


CODICE TOUR: UECC

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Quito, linea equinoziale, Cotopaxi, Lasso, Zumbahua, Quilotoa, Riombamba, Ingapirca, Cuenca, Guayaquil


CODICE TOUR: UEC1

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Quito, Otavalo, Comunità Karanki Magdalena, Cotopaxi, Banos, Riobamba, Ingapirca, Cuenca, Guayaquil


CODICE TOUR: UEC2

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Las Islas Encantadas, San Cristobal, Espanola, Santa Fé, Genovesa, Floreana, Santa Cruz, Baltra, North Seymour, Marchena, Pinzon, Ràbida, Bartolomé, Santiago, Pinta, Isabela, Fernandina, Wolf, Darwin


CODICE TOUR: UEC3



INFO DESTINAZIONE


L’Ecuador è il più piccolo paese tra quelli andini (gli stati sudamericani più piccoli sono l’Uruguay e la Guyana), ma è anche uno dei paesi geograficamente più vari al mondo: da una vibrante cultura indigena, all'architettura coloniale ben conservata, incredibili paesaggi vulcanici, foresta pluviale densa e lussureggiante. Già all’arrivo a Quito, si ha la sensazione di quello che sarà poi il Paese. Da non dimenticare inoltre l’immenso patrimonio delle Isole Galapagos, diventate parte dell'Ecuador nel 1832, distano 1000 km dal litorale e sono sede di 250 specie endemiche di piante, 28 specie endemiche d’uccelli e 50 specie di pesci.
È situato sul litorale nord-occidentale dell'America del Sud, fra il Perù a sud ed est e la Colombia al nord.
Idealmente si può dividere in quattro distinte regioni geografiche: EL Oriente (giungla amazzonica) all'est; la sierra della La (rilievi andini) al centro; la Costa (le pianure litoranee dell’Oceano Pacifico) all'ovest e le maestose isole Galapagos al largo del litorale ecuadoriano. 
 

NOTIZIE UTILI ECUADOR E GALAPAGOS

 

Documenti di espatrio e visti

Ai cittadini italiani è richiesto passaporto in corso di validità, con un residuo di almeno sei mesi alla data di arrivo. E richiesto inoltre biglietto aereo di andata e ritorno. All’arrivo in Ecuador è necessario ritirare una carta internazionale d’ingresso che viene rilasciata gratuitamente anche in aereo. Il periodo massimo di permanenza è di 90 giorni all'anno senza necessità di visto. Durante il soggiorno in Ecuador è necessario avere sempre con sé un documento di riconoscimento valido (in caso contrario le Autorità di Polizia potrebbero disporre l’arresto in attesa di accertamenti). A partire dal 2018 è obbligatorio il possesso di un’assicurazione sanitaria valida per l’estero, il cui comprovante può essere richiesto all’arrivo in aeroporto. Per le Isole Galapagos, inoltre bisogna versare direttamente all’aeroporto di partenza una tassa USD 10 e USD 100 a titolo di “tassa di ingresso” da pagare al momento dell’arrivo nelle isole.
 

Disposizioni Sanitarie

Nessuna vaccinazione richiesta ad eccezione di quella per la febbre gialla che è obbligatoria per coloro che intendono recarsi nella Provincia di Orellana (Regione Amazzonica Ecuadoriana). All’arrivo e alla partenza dalla suddetta Provincia viene richiesto di esibire il certificato di avvenuta vaccinazione.  L’assistenza sanitaria pubblica non è affidabile; esistono buone strutture private nelle principali città turistiche (Quito, Cuenca e Guayaquil).
 

Clima

Un adagio ecuadoriano ricorda che in una sola giornata si possono sperimentare le quattro stagioni e che l’aspetto più prevedibile del tempo è la sua imprevedibilità. Posto a cavallo dell’Equatore, non esistono delle stagioni vere e proprie e la temperatura varia a seconda dell’altitudine. Si distinguono prevalentemente due stagioni: quella secca e quella delle piogge che variano a seconda delle regioni.
La regione amazzonica ad est, gode normalmente di un clima caldo, umido e piovoso. La temperatura media varia da 23° a 26°C. La stagione più asciutta va, generalmente, da novembre a febbraio ma varia da regione a regione.
La regione degli altipiani andini, comunque sull'Equatore, è generalmente più fredda di quanto la maggior parte della gente prevede. Il clima nelle Ande varia secondo l'altezza ed il periodo dell'anno. A Quito le temperature spaziano tra i 7°C durante la notte e i 26°C a mezzogiorno, con una media di 15°C. Il periodo delle piogge è generalmente da ottobre ad aprile.
Il clima delle pianure litoranee è solitamente molto caldo con le temperature comprese tra i 25°C e i 31°C durante tutto l'anno. La stagione delle piogge va da dicembre a maggio, ed è calda e molto umida.
Le isole Galapagos godono di clima caldo ed asciutto prevalentemente tutto l’anno, con una temperatura media di 28ºC.
In Ecuador risultano attivi alcuni vulcani, tra cui si segnalano il Reventador, il Cotopaxi, il Tungurahua ed il Guagua Pichincha, i quali possono modificare la loro attività eruttiva senza preavviso.
 

Valuta

L’unità monetaria è il Sucre. La continua variazione dei tassi di cambio non permette di indicarne l’esatto controvalore. La moneta più convertibile è il dollaro USA, facilmente convertibile presso banche, hotel e case di cambio. Accettate le carte di credito quali American Express, Visa e Diners, Mastercard. A bordo delle navi delle Galapagos non sono accettate le carte di credito. Non si possono introdurre nel Paese somme superiori a US 10.000. A causa del pericolo di falsificazioni, difficilmente vengono accettate banconote da 50 o 100 dollari, per cui si consiglia di essere forniti di biglietti del valore massimo di US$ 20. Si raccomanda la massima cautela al momento di eventuali prelievi mediante bancomat, a causa della presenza di bande organizzate in assalti all’utenza di predetti servizi bancari.
 

Fuso orario

-6 in Ecuador e -7 alle Galapagos quando in Italia vige l’ora legale; un’ora in meno durante l’ora solare.

 

Elettricità

110V, 60Hz con prese di tipo americano a lamelle piatte.

 

Telefoni

Il prefisso internazionale per chiamare l’Ecuador è 00593, mentre dall’Ecuador per chiamare in Italia comporre 0039; il Paese dispone di una buona rete telefonica sia fissa, sia cellulare.

 

Lingua

Quechua, Spagnolo-Castigliano

 

Religione

Più del 90% cattolico; restante 10% suddiviso in piccole minoranze di altre denominazioni cristiane.
 

Cibi e bevande

La cucina gastronomica dell’Ecuador è piuttosto varia. Il pranzo è il pasto più importante della giornata per molti ecuadoriani. Un “almuerzo” è quasi sempre composto da una “sopa” (zuppa) e da un “segundo” (secondo piatto) che di solito è di “seco” (stufato), oppure “pescado” (pesce), oppure “lenteja or arveja” (stufato di lenticchie o piselli) con contorno di riso. Il “churrasco” consiste in una fetta di manzo fritto, una o due uova fritte, verdura, patate fritte, una fetta di avocado e una di pomodoro con contorno di riso. Anche il pesce è ottimo: “corvina” (spigola) o “trucha” (trota) sono comuni anche sull’altopiano. Il “ceviche” è pesce crudo marinato con limone e servito con mais arrosto e cipolla ad anelli; può essere di pescado (pesce), camarones (gamberi) o concha (frutti di mare). Alcuni piatti tipici sono “caldos”, zuppe in genere, “cuy” porcellino d’India arrosto, “lechon”, maialino di latte arrostito intero, “llapingachos”, frittelle di patate e formaggio servite con fritada (carne di maiale a pezzettini fritta od arrosto), “tamales”, involtini di pasta e farina di grano o di mais tostato e ripieni di carne di pollo, di maiale o manzo e cotti a vapore, “humitas” tortino dolce o salato preparato con mais: formaggio grattugiato, uova e burro ed avvolte nella brattea della pannocchia di mais, “yaguarlocro” zuppa di patate con sangue poco rappreso.
Si consiglia di bere sempre acqua in bottiglia e possibilmente senza ghiaccio. Ottimi i succhi di frutta preparati con frutti locali: naranjilla (frutto dal gusto misto fra arancia amara e pomodoro), guanabana (una spremuta di colore bianco, dolce ed aromatica), maracuya (passiflora commestibile) e papaia. 
Le bevande gasate analcoliche si chiamano comunemente “colas” e le marche locali sono piuttosto dolci. La bevanda alcolica più diffusa e poco costosa é la birra di tipo Pilsner. I vini locali hanno un gusto decisamente lontano dal nostro; i migliori sono quelli d'importazione dal Cile, dal Perù o dall’Argentina.
Il caffè filtrato si sta ampiamente diffondendo, anche se il gusto, a volte, assomiglia ad un infuso di caffè piuttosto che ad un vero caffè.
La chicha è una bevanda tradizionale che si trova presso alcune località andine. E’ fatto di mais, riso o yucca fermentata (manioca). In alcune zone rurali dell'Ecuador, il processo di fermentazione è aumentato dalla saliva umana: le donne, generalmente, masticano gli ingredienti e sputano poi il composto nel loro contenitore per iniziare il processo di fermentazione. Una bevanda che si prepara durante le fiestas è il “canelazo” (o canelito), un punch di acqua calda nella quale vengono bolliti: “aguardiente” (acquavite locale fatta con canna da zucchero), limone e cannella.
 
Acquisti
La regola fondamentale, quando si compra qualcosa, è contrattare perché se si contratta a lungo si spuntano buoni prezzi. L'artigianato locale è molto variopinto e variegato, soprattutto quello degli Incas.  Si trovano oggetti in argento ed in legno, coloratissime stoffe tessute a mano, capi di abbigliamento in alpaca, ricami, sciarpe e gli originalissimi e variopinti tappeti, i mercati principali sono Otavalo e Guamote. Il prodotto clou dell’artigianato ecuadoreno è il panama: il cappello più famoso del mondo è prodotto qui, in Ecuador. Cuenca è un pò la capitale della produzione di questo copricapo, ma, per trovare dell'artigianato più autentico, non esitare a recarvi nel villaggio di Sígsig, a 36 km da lì. Viene fabbricato con delle foglie di Jipijapa. È una sorta di piccola palma che cresce sulla costa. Un artigiano può impiegare tra le 8 ore e i 6 mesi per fare un panama. Il prezzo dipende dalle finiture e dalla raffinatezza del tessuto. A Cuenca esiste un museo dedicato a questo tipo di cappello.
 

Abbigliamento

A seconda delle stagioni sono necessari abiti estivi ed un giacca o un antivento, oppure abiti leggeri primaverili con qualche capo pesante per le località montane e felpe per la sera. Per le regioni amazzoniche sono consigliati pantaloni lunghi, camicie di cotone a manica lunga e scarpe chiuse molto comode e indispensabile, avere stivali di gomma (a volte si possono trovare direttamente negli hotel). Da non dimenticare occhiali da sole, cappello di tela, burro di cacao e creme solari, e se andate in barca, ricordatevi  di portare qualcosa per ripararsi dal vento.

 

Mance

Sempre molto ben accette ovunque, specialmente da parte dei più giovani, che a volte non esitano a sollecitarle. Nei ristoranti si lascia generalmente il 10%.
 
DATI TECNICI
Le quote sono espresse in Euro in unità intere, i centesimi si intendono ,00 ad esempio 314 = 314,00.
I prezzi forfettari pubblicati in catalogo sono stati definiti alla data 28 febbraio 2018
• I cambi di riferimento sono quelli rilevati dalla B.C.E./U.I.C. pubblicati su “Il Sole 24 ore” relativi al giorno 28 febbraio, 2018; per i programmi ECUADOR – GALAPAGOS  cambio applicato: DOLLARO AMERICANO
Quota d’iscrizione € 80, 00

 

CONTATTACI

+39 0365 546 701


Numero verde 848 46 60 00


booking@utat.it

CONTATTACI

  •    +39 0365 546 701

  • Numero verde 848 46 60 00

  •    booking@utat.it

SEGUICI

UTAT VIAGGI

UTAT TOUR OPERATOR s.r.l.

P.IVA - C.F. 02944360987
Licenza decreto Provincia di Brescia n°808 del 11.04.2003 - autorizzazione I.A.T.A. 3822170-2 - Tutti i diritti riservati. - glacom®

Privacy Policy