LINGUE

namibia

Viaggi organizzati con Partenze Garantite, viaggi su misura, tour fly & drive, soggiorni mare in: Stati Uniti, Canada, Cina, Giappone, India, Sri Lanka, Vietnam, Laos, Cambogia, Myanmar, Thailandia, Maldive, Oman, Dubai e Abu Dhabi, Giordania, Uzbekistan, Turchia, Marocco, Algeria, Sudafrica, Tanzania.

12 giorni

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Windhoek, Otjiwarongo, Etosha National Park, Damaraland, Swakopmund, Sossusvlei, Kalahari


CODICE TOUR: UNA1

12 giorni

TIPOLOGIA TOUR: SELF DRIVE

HIGHLIGHTS: Windhoek, Otjiwarongo, Etosha National Park, Damaraland, Cape Cross, Swakopmund, Sossusvlei, Kalahari


CODICE TOUR: UNA2

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Windhoek, Otjiwarongo, Parco Nazionale Etosha, Damaraland, Swakopmund, Walvis Bay, Sesriem, Namib Desert, Mariental


CODICE TOUR: UNA3

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE


CODICE TOUR: UNA4

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Windhoek, Omaruru, Etosha National Park, Kakoland, Damaraland, Swakopmund, Walvis Bay, Sandwich Harbour, Sossusvlei, Mariental, Kalahari, Windhoek


CODICE TOUR: UNA5

TIPOLOGIA TOUR: DI GRUPPO , PARTENZE GARANTITE

HIGHLIGHTS: Windhoek, Sossusvlei, Swakopmund, Skeleton Coast, Palmwag Concession, Kakoveld, Palmwag Concession, Desert Rhino Camp, Desert Rhino Concession


CODICE TOUR: UNA6



INFO DESTINAZIONE


È una delle nazioni più giovani in Africa: ha ottenuto l’indipendenza dal Sud Africa nel 1990. Si affaccia sull’Oceano Atlantico e confina a nord con l'Angola e lo Zambia, a est col Botswana e a sud col Sudafrica. Il suo nome deriva dal Namib Desert e fu scelto come etimo neutrale per evitare diatribe tra le varie etnie. 
 
Si può dividere il Paese nelle seguenti zone geomorfologiche:
 
Altopiani centrali: il centro del Paese occupato da vasti altopiani ondulati ricoperti da bush e cosparsi di "pan", sorta di bacini endoerici che, durante la stagione asciutta, vanno in secca e si ricoprono di una crosta di sale. I più famosi sono quello di Sossusvlei e l'altro, molto più esteso, all'interno del Parco Nazionale Etosha che richiama un gran numero di uccelli migratori. 
 
Regione costiera: tutta la costa della Namibia è occupata dal deserto del Namib, in massima parte sabbioso, ritenuto dai geologi il più antico deserto del mondo e caratterizzato da dune altissime a forma piramidale. Le più alte dune si incontrano nella zona di Sossusvlei: con i suoi 390 mt. di altezza "Big Daddy" detiene il primato di duna più alta del mondo. La più famosa è però "Duna 45", l'ascesa della quale costituisce un must per chiunque si riproponga un viaggio in Namibia. Il colore predominante della sabbia è il rosso in tutte le sue sfumature grazie alla prevalenza di ossidi di ferro. Sulla costa della Namibia, grazie alla corrente del Benguela proveniente dall’Antartico, fa sì che la temperatura diurna non superi i 20° gradi nemmeno in piena estate, ossia gennaio. Il tratto settentrionale del litorale, dalla città di Swakopmund fino al confine con l'Angola, assume il nome di Skeleton Coast con riferimento ai relitti di navi che giacciono sui suoi arenili ma anche per la presenza di numerose carcasse di cetacei. Il paesaggio ha un aspetto inquietante reso spesso ancora più cupo dalle tonalità del grigio che lo contraddistinguono. Nell'area specifica di Swakopmund le dune sono assenti; ma salendo verso nord nella Skeleton Coast, si avvicendano senza interruzione sino al confine con l'Angola e oltre. Qui è diffuso il mopane, l’albero farfalla per la forma caratteristica delle sue foglie. 
Il tratto meridionale della costa assume il nome di Diamond Coast
La pianura costiera è separata dall'altopiano da una serie di rilievi. Al centro-sud i Monti di Naukluft delimitano la zona delle grandi dune impedendo al deserto di espandersi all'interno. A nord la Skeleton Coast è limitata dall'altopiano del Damaraland di origine vulcanica e dai massicci del Kaokoland. Ciò nonostante le frequenti nebbie che avvolgono la costa spesso si aprono un varco tra i monti grazie ai forti venti che le sospingono, riuscendo a raggiungere le frange occidentali dell'altopiano. 
 
Deserto orientale: a est gli altopiani digradano progressivamente fino a sfumare nel deserto del Kalahari che ricopre anche gran parte del Botswana. 
 
Pianure del Caprivii è la zona umida del Paese che si allunga all’estremo nord, bagnata dallo Zambesi, con un suolo ricoperto da un tappeto erboso e con alberi radi. 

NOTIZIE UTILI NAMIBIA

 

Documenti di espatrio

Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi a partire dalla data di rientro. 
Non è richiesto visto d’ingresso per turismo fino ad un massimo di 90 giorni di permanenza nel Paese. Per l'importazione temporanea di fucili da caccia è necessario richiedere un permesso che viene rilasciato dalle Autorità doganali al momento dell’ingresso nel Paese.
 

Disposizioni Sanitarie

In Namibia non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria. La maggior parte del Paese è in pieno deserto per cui malaria e febbre gialla non sono presenti. Detto questo va anche evidenziato il periodo in cui ci si reca: l’inverno è secco e privo di piogge con temperature molto basse durante la notte per cui è impossibile la presenza di zanzare; durante l’estate queste possono essere presenti nel Parco Etosha e nelle zone al Nord dove la vegetazione è folta. 
L’acqua è quasi sempre potabile e, dove non lo è, nei lodge si trovano bottiglie di acqua potabile. La pulizia è assicurata ovunque per cui è possibile mangiare tutti i tipi di frutta e di verdura.

 

Clima

Il clima tipicamente semidesertico fa sì che la Namibia sia visitabile tutto l’anno. L’inverno (da maggio a ottobre) registra temperature che oscillano tra i 7 e i 30° C, durante il giorno è sereno e piacevolmente caldo, ma con forte escursione termica la notte che ha raggiunto anche temperature vicino allo zero. D’estate (da novembre ad aprile) le temperature si aggirano intorno ai 40/45° C con giornate torride. La stagione delle piogge va da febbraio a marzo. Il periodo migliore per visitare la Namibia va da Maggio a Ottobre.
 

Valuta

La valuta ufficiale è il NAD o Dollaro Namibiano. Viene correntemente usato anche il Rand Sud-africano. Gli Euro si possono cambiare sia in aeroporto a Windhoek sia nelle banche della città dove il cambio è più vantaggioso rispetto agli hotels. Non è possibile comprare la valuta in Italia. Le principali carte di credito sono accettate ovunque ed è possibile prelevare contante nelle Banche con il Pos.

 

Fuso orario

Nessuna differenza oraria rispetto all’Italia quando da noi vige l’ora legale. Quando da noi vige l’ora solare: +1.
 

Elettricità

La corrente elettrica è di 220-250 Volt a 50 cicli. Le prese sono di tipo tripolare. In molti lodge sono in funzione generatori con orari precisi e limitazioni d’orari d’erogazione corrente elettrica nelle ore notturne e mattutine.
 

Telefoni

In Namibia funzionano quasi tutti i gestori italiani di telefonia cellulare; la copertura è buona ovunque, eccezion fatta per la Skeleton Coast oltre Henties Bai e altre zone più remote. È consigliabile contattare il proprio gestore telefonico per informazioni su tariffe e coperture. All’aeroporto di Windhoek sono reperibili le mappe con l’ubicazione dei ripetitori. Il Wi-Fi è praticamente inesistente; si consiglia l’acquisto di una scheda telefonica locale (MTC ha ottima copertura) che costa poco (2-3 NAD) e si ricarica presso i supermercati, gli uffici postali ecc. Si potranno così ricevere chiamate dall’Italia al numero di telefono namibiano gratuitamente e chiamare l’Italia risparmiando notevolmente. Chiedete l’attivazione di un contratto che includa Internet (Mtc ha AwehGig)
Il prefisso internazionale è 00264 per chiamare la Namibia, mentre per chiamare l’Italia è 0039
 

Lingua

L'inglese è la lingua ufficiale del Paese ma è parlata solo dal 6% dei bianchi; il tedesco, l'afrikaans e l'oshiwambo sono invece "lingue regionali riconosciute". L'87,5% della popolazione è nera e appartenente ai ceppi linguistici bantu e khoisan. Metà degli abitanti della Namibia parlano l'oshiwambo come madrelingua, ma l'afrikaans è comunque la lingua più compresa.
 

Religione

La maggioranza della popolazione è di religione cristiana, soprattutto di dottrina luterana; presente anche una piccola minoranza di musulmani, concentrati soprattutto a Windhoek.
 

Popolazione

La Namibia è una delle tre nazioni al mondo meno densamente popolate, con una media di circa 2,5 persone per km²; ha invece un tasso di crescita demografica relativamente elevato.
L'82% della popolazione appartiene a etnie del gruppo bantu, suddivisa in almeno altre 11 etnie, tra cui predomina largamente l'etnia Ovambo (circa metà della popolazione, concentrata nel nord del Paese). Altre etnie nere sono quelle del gruppo khoisan (San e Nama). La percentuale di bianchi è intorno all'8%, la più elevata dell'Africa subsahariana dopo quella del Sudafrica; si tratta soprattutto di tre gruppi principali: boeri, anglosassoni e tedeschi. Vi sono infine due gruppi di origine mista, chiamati coloured e baster, che contribuiscono alla popolazione totale per un altro 8%. I bianchi e i gruppi di etnia mista parlano quasi tutti l'afrikaans e sono culturalmente simili ai gruppi corrispondenti sudafricani. Una minoranza di bianchi ha invece mantenuto la cultura e la lingua originale dei coloni tedeschi.
 

Cibi e bevande

Nelle città è possibile trovare un po’ di tutto anche piatti di stile occidentale legati soprattutto alla tradizione tedesca. Generalmente la cucina è a base di carne con piatti di pesce sulla costa e sono sempre abbinati a frutta, verdura e legumi per lo più stagionali. Il potjie kos è una sorta di stufato preparato con carne di pollo, agnello o altri tipi di carne, che solitamente viene cotta in una grande pentola sul fuoco all’aperto insieme a verdure e talvolta con l’aggiunta di un po’ di vino o birra. La cottura è molto lenta e richiede circa 3-4 ore; braaivlesi o grigliata di carne diffusa ovunque con l’aggiunta anche di mais, pane all’aglio, salsicce e la classica insalata di patate; boerewors, salsicce a spirale tipiche anche del Sudafrica, sono a base di manzo abbinata spesso anche alla carne di maiale e agnello insaporita con spezie. Viene generalmente accompagnata da pap, la polenta preparata con farina gialla di mais o mahango (miglio); biltong, carne essiccata che viene marinata per alcuni giorni, speziata e poi tagliata a fette. Esiste anche quella a base di pesce, bokkoms, o salsicce affumicate essiccate, dette droeowors: generalmente si usa come spuntino; kapana, carne grigliata tagliata in piccoli pezzi e servita con i peperoni, chili e salse varie: in genere si trova nei mercatini. Per i più avventurosi, mopane worms, ossia i vermi e bruchi fritti; afval, trippa preparate con frattaglie di pecora, capra, etc con aggiunta di spezie; pluck parti animali quali cuore, rene., fegato, polmoni, tagliati a piccoli pezzi preparati con patate e cipolle e serviti con una salsa agrodolce a base di cannella, chili e peperoni; se in stagione, da non dimenticare gli asparagi verdi di Swakopmund e le ostriche sia di Luderitz sia di Swakpomund, il raro tartufo del Kalahari (tra maggio e giugno); non mancano certo gli stufati e grigliate con la selvaggina, specialmente nei ristoranti. Non esistono dolci che si possano definire tipici, ma comuni sono strüdel di mele e tutto ciò che può essere legato alla tradizione tedesca.
La birra si trova molto facilmente in ogni bar o supermercati: Hansa o Windhoek Export tipiche proprio della Namibia. Il vino è normalmente importato dal Sud-Africa.
 

Acquisti

Artigianato locale di legno, stoffe etniche, vasellame, complementi di arredo in legno e silver soprattutto a Windhoek e a Swakopmund.
Il gioiello etnico reperibile solo in questo Paese è l’Ekipa. Si tratta di bottoni lavorati di avorio o in osso che erano tipici delle donne Owambo. Ve ne sono di tutte le dimensioni montati e preziosi oppure più semplici ma tutti molto originali. Vi sono pietre dure di ogni tipo ed alcune molto rare come la Tanzanite. Vi ricordiamo che l’esportazione dell’avorio è vietata! Molto belle le uova di struzzo, bianche o dipinte.
 

Abbigliamento

Consigliamo principalmente un abbigliamento comodo e leggero. L'inverno, che va da maggio ad settembre è normalmente mite, è quindi utile portare abiti estivi, shorts, jeans, alcune maglie leggere ed inoltre anche un caldo pullover ed una giacca a vento per la mattina e per la notte, quando la temperatura si abbassa notevolmente. L'estate va da ottobre ad aprile ed è il periodo più caldo: si consigliano quindi abiti molto leggeri. Per coloro che si recano nei parchi è molto utile il k-way a causa dell'umidità notturna. Se alla mattina si fanno safari con le jeep 4x4 scoperte, non guasta un foulard per la gola e un berretto di lana. Scarpe comode da passeggio, cappello, occhiali da sole, crema protezione, costume da bagno, repellenti. Indispensabile il binocolo e una torcia. 
Raccomandiamo di limitare al minimo il proprio bagaglio, utilizzando preferibilmente borse/sacche morbide. Il peso consentito sui voli inter camp è di kg 10 per persona. Permesso bagaglio a mano di kg 5 massimo per persona.
 

 

Viaggiare in auto

E’ necessaria la patente internazionale e una carta di credito tradizionale con i numeri in rilievo. Carte di debito o ricaricabili non sono valide per il noleggio. Il contratto di noleggio prevede un solo autista; qualora si desidera registrare un secondo, è necessario fornire i dati anche del secondo autista unitamente al pagamento di un sovraprezzo giornaliero.
Le strade namibiane sono quasi ovunque ben curate, certo è che l’asfalto (tarr road) si trova solo nelle città e nel parco di Sossusvlei, poi ovunque acciottolato (gravel road)
Buona la rete stradale: le strade contrassegnate da una B sono le grandi vie di comunicazione che attraversano il Paese da Nord a Sud e da Est a Ovest. Poi ci sono le C che sono le nostre statali e le D le comunali. Le F portano spesso a fattorie e sono chiuse. Le tappe dei nostri itinerari sono studiate in modo da non essere troppo faticose, ma alcune possono essere piuttosto lunghe.
Viaggiare in auto se si rispettano i limiti di velocità è molto semplice; non avete molti incroci dove perdervi!
Quando noleggiate un’auto accertatevi dello stato del veicolo, informatevi su dove si trovano le ruote di scorta e gli accessori per cambiare i pneumatici.
Un suggerimento per chi noleggia le auto 4x4: portatevi dei grandi sacchi di plastica per mettervi i bagagli ed evitare che si impolverino perché i bagagliai dei fuoristrada non hanno le chiusure ermetiche. Un altro accorgimento è tenere un finestrino del bagagliai socchiuso in questo modo entra meno sabbia.
È bene che per i percorsi lunghi vi muniate di acqua e spuntini perché non si trovano molte aree di servizio! In ogni lodge si può chiedere i box lunch per il pranzo: sono economici ed essenziali, ma molto utili!
Evitare di restare in super riserva di benzina e fare sempre il pieno (la benzina deve essere pagata in contati e non con carta di credito).
Evitate di viaggiare di notte non per problemi di sicurezza ma perché le strade sono poche illuminate e perché vi sono gli animali che le attraversano.

 

Mance

Alcuni ristoranti prevedono già un sovraprezzo per il servizio. Se non previsto, una mancia pari al 10% dell’ammontare è più che adeguata. Lo stesso dicasi per le mance al personale degli hotel (un paio di dollari namibiani). Per le guide, una mancia di circa 5/6 dollari americani per visitatore al giorno è una mancia abbastanza corretta.
 
DATI TECNICI
• Le quote sono espresse in Euro in unità intere, i centesimi si intendono ,00    ad esempio 314 = 314,00.
I prezzi forfettari pubblicati in catalogo sono stati definiti alla data 28 Febbraio 2018
• I cambi di riferimento sono quelli rilevati dalla B.C.E./U.I.C. pubblicati su “Il Sole 24 ore” relativi al giorno 28 febbraio, 2018; per i programmi NAMIBIA, cambio applicato: EURO, RAND e DOLLARO AMERICANO 
Quota d’iscrizione € 80, 00
 
 
CONTATTACI

+39 0365 546 701


Numero verde 848 46 60 00


booking@utat.it

CONTATTACI

  •    +39 0365 546 701

  • Numero verde 848 46 60 00

  •    booking@utat.it

SEGUICI

UTAT VIAGGI

UTAT TOUR OPERATOR s.r.l.

P.IVA - C.F. 02944360987
Licenza decreto Provincia di Brescia n°808 del 11.04.2003 - autorizzazione I.A.T.A. 3822170-2 - Tutti i diritti riservati. - glacom®

Privacy Policy